Come fare content marketing per il turismo

AUMENTA LA TUA NOTORIETÀ

Come promuovere una destinazione, un territorio, un ristorante o una struttura ricettiva attraverso i Social Network? Che tipo di contenuti produrre, quale linguaggio adottare e attraverso quali canali comunicare?
Se ti stai facendo queste domande e non sai da che parte iniziare, sei capitato nel posto giusto!

Che cosa significa fare content marketing nel settore turistico?

Significa produrre contenuti unici e di valore che raccontino un luogo, un’attività o una struttura. Questo per aumentarne la brand awareness e stimolare nel pubblico, potenziale o già acquisito, il desiderio di visitare un luogo, soggiornare in un hotel o di provare un’esperienza. Questi contenuti vanno realizzati tenendo conto del target che si desidera raggiungere, dell’obiettivo che ci si è posti e utilizzando i canali più opportuni.

E, siccome alle persone piacciono lo storie, soprattutto quando si tratta di vacanze e viaggi, un ruolo fondamentale lo giocherà lo storytelling, ovvero l’arte di raccontare un brand o un prodotto attraverso le storie. Le storie, infatti, hanno la straordinaria capacità di colpire a fondo le emozioni del consumatore, creando al contempo un’identità forte al brand o al prodotto di cui stanno narrando.

Primi passi per una corretta strategia di content marketing turistico

Per dare solide basi alla nostra strategia di content marketing, è necessario porsi tre domande fondamentali.

  1. Qual è il target di utenti al quale vogliamo rivolgerci?
    A chi vogliamo indirizzare i nostri messaggi? Giovani o famiglie? Coppie o viaggiatori solitari? Amanti del lusso? Sportivi o pigri in cerca di relax?
  2. Quali sono i nostri punti di forza?
    Che cosa differenzia la nostra struttura o la nostra offerta rispetto ai competitors? Perché gli utenti dovrebbero scegliere noi piuttosto che qualcun altro? Che cosa possiamo offrire in più? Attorno a questi punti di forza ruoterà gran parte dei nostri messaggi.
  3. Quale tipologia di linguaggio e quali strumenti adottare? Uno stile easy e informale oppure più impostato? Facebook o Instagram? O magari LinkedIn? Dipende dai nostri obiettivi e dal target che vogliamo raggiungere.

I segreti di un contenuto vincente

E’ chiaro che il protagonista della strategia di content marketing deve essere la nostra struttura ricettiva, il nostro ristorante o la nostra destinazione turistica. La vera sfida è quella di non limitarsi soltanto a illustrare i servizi offerti ai viaggiatori, la bellezza della location o le offerte che siamo in grado di proporre. Per realizzare contenuti vincenti è fondamentale fornire tutte le informazioni che un utente può cercare e, allo stesso tempo, raccontare storie ed esperienze reali.
Un contenuto, per essere davvero interessante per il pubblico, deve avere almeno una di queste caratteristiche:

Informare, proponendo notizie che l’utente non conosce o che non ha ancora approfondito.

Divertire, intrattenendo il pubblico con il contenuto o la storia che racconti/condividi.

Emozionare: se un contenuto riesce a emozionare i tuoi utenti allora hai fatto bingo! Fattore emozionale fa spesso rima con contenuto virale. La gente ricondivide alcune storie proprio perché fanno leva su alcuni stati d’animo speciali.

Coinvolgere gli utenti stimolandone i commenti e, perché no, proponendo sondaggi e quiz. I tuoi follower si sentiranno parte di ciò che proponi e l’algoritmo di Facebook te ne sarà grato.

Ad ogni Social il suo contenuto

I Social Network sono i canali d’eccellenza per tutti coloro che vogliono fare content marketing turistico, proprio per il modo in cui ci permettono di entrare in contatto con il pubblico. Facebook, Instagram, Twitter giocano infatti sull’interazione, sulla condivisione, sul dialogo e sul coinvolgimento: elementi fondamentali per il successo della strategia di storytelling!
Ogni social network, però, nasce per un motivo diverso, ha un pubblico diverso e utilizza linguaggi diversi: pubblicare un contenuto nella medesima forma e con lo stesso linguaggio su tutte le piattaforme, vista la loro diversità, ti farebbe sprecare tempo e occasioni. Il linguaggio utilizzato su Facebook non ha la stessa efficacia su Instagram e, tantomeno, su LinkedIn o Twitter. Anche i contenuti vanno studiati e impostati in base al Social: gli utenti più fedeli, quelli che ti seguono su tutti i canali, si annoierebbero vedendo sempre lo stesso messaggio!

Che cosa pubblicare su Facebook

In generale, tra i contenuti più interessanti che conquistano like e interazioni su Facebook, ci sono:

Album fotografici

Gli album fotografici su Facebook sono molto più efficaci delle foto sparse! Le foto caricate sulla pagina Facebook aziendale scorrono in basso, mano a mano che vengono pubblicate nuove immagini.
L’album di foto, invece, è facile da trovare anche per i nuovi clienti che vedono la pagina per la prima volta. Questo perché rimane fermo nella sua posizione, ben visibile, pronto da sfogliare per chi vuole conoscere meglio la tua attività.

Foto dello Staff

Che tu gestisca un ristorante, un hotel o rappresenti una località turistica, non fare il timido! Mettici la faccia! La tua e quella dei tuoi collaboratori, mostrando il lato bello del tuo lavoro, rappresentato da persone sorridenti e affiatate.

Video

I video attirano molto di più delle foto e Facebook stesso li mette in evidenza, facendoli vedere a più persone rispetto alle foto. Meglio ancora se i video vengono creati e pubblicati direttamente nella pagina Facebook! Nei video puoi far scoprire il “dietro le quinte” della tua attività, dare consigli o insegnare a fare qualcosa (ad esempio a cucinare uno dei piatti del tuo ristorante)…

Sondaggi o giochi

Importanti per spingere le persone a interagire con la pagina.

Offerte speciali

Magari riservate ai primi 5 o 10 utenti che si iscrivono alla newsletter o effettuano una particolare azione sul sito web.

Inviti alla condivisione

Foto del tuo hotel, dei piatti del tuo ristorante, dei lettini ombreggiati al tuo Lido… se le foto sono scattate e poi condivise dai tuoi clienti hanno ancora più valore! Possono taggarti, aumentare la tua visibilità e portarti più visite!

Che cosa pubblicare su Instagram

Su Instagram le foto la fanno, ovviamente, da padrone! E’ dunque fondamentale poter contare su delle belle immagini, curate e nitide. Ma non finisce qui! Ecco alcune idee per un feed davvero vincente.

Shoppable post

Si tratta di speciali post che utilizzano la funzione di tagging di Instagram. Gli utenti possono fare clic sui tag per ottenere più informazioni sul prodotto, per esempio una particolare tariffa weekend del vostro hotel. Se cliccano di nuovo, sono condotti alla schermata per fare l’acquisto. Gli shoppable post rendono più facile e conveniente agli utenti fare acquisti immediatamente dal telefono, il che aumenta le probabilità di conversione.

Dietro le quinte

I follower amano particolarmente i contenuti realizzati “dietro le quinte”, perché svelano chi sta dietro il brand. Aiutano a costruire un rapporto di fiducia col pubblico e rappresentano una novità rispetto ai classici post con le immagini di prodotto. E, non da ultimo, possono essere realizzati in modo amatoriale, proprio per via della loro particolare natura.

Condivisione contenuti generati dagli utenti

Dai spazio sul tuo feed ai contenuti generati da chi ti segue, condividendone post e stories: in questo modo dimostridi essere a stretto contatto con la community. Non solo! I contenuti condivisi aumentano la visibilità e portano nuovi follower.

Lasciate spazio ai vostri collaboratori

I contenuti che hanno come protagonisti i tuoi collaboratori (o che, meglio ancora, sono creati da loro) mostrano il lato umano della struttura agli utenti, stabilendo con loro una connessione emotiva e un rapporto speciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *